Il Blog di Lebowsky

"Tiente largo, ma datte 'n limite" (cit. M. Paolini)

E' estate, è normale

Lascia un commento

Riflettevo oggi sulla “verifica” alias piccola crisi di Governo in essere nel nostro Bel Paese. Non sono un politologo, dunque non cercate in queste riflessioni la spiegazione di ciò che forse nemmeno gli attori hanno ben compreso; né un girotondino-ultras, dunque anche qui non cercate stoccate a Berlusconi e ai suoi accoliti.

Prima il record dei 1000 giorni di Governo, salutati (e in parte lo sono) come record dovuto alla solidità della maggioranza. Poi le elezioni. E qui i nodi son venuti al pettine, assieme a malsopportate subordinazioni personali e di partito. Come sempre e come normale  qualcuno si è contato ed ha capito dunque che Berlusconi non ha più l’appeal iniziale sull’elettorato italiano, che il suo partito ha guadagnato parecchi voti e che dunque la politica del Governo ne avrebbe dovuto tenere conto.

Arriva l’affondo di Fini che ottiene la testa di Tremonti. Un successo mediatico di sicuro e un modo per rinsaldare le fila del proprio partito, ben predisposto nei confronti di chi mostra i propri “attributi” (forse per vocazione storica). Anche Storace ha plaudito all’azione di Fini, la prima volta da mesi se non anni.

Follini a quel punto pensa bene di vender cara la propria pelle, ecchecavolo! L’uomo che “c’entra” dunque tira la corda e a destra ben sanno che il suo apporto è fondamentale. Sinceramente e personalmente debbo dire che prima di questa uscita Follini era una delle poche persone che aveva mostrato un minimo di senso della politica e dello Stato negli ultimi tempi, dote che evidentemente ha ben fruttato alle elezioni. Fini lo appoggia, ricambiando il piacere. Tra le richieste una chiusura rapida dell’interim al Ministero dell’Economia, monstre tutto italico.

Accontentato! Solo che il successore di Tremonti è il suo direttore generale… Insomma la squadra non cambia, in fondo. Ora bisogna capire chi ha vinto cosa e non è un gioco semplice. La mia impressione è che la verifica non si è chiusa ancora e non si chiuderà facilmente. Questo senso di un nulla di fatto immagino sia comune e investa gli stessi protagonisti della vicenda, cosa che potrebbe provocare altri dispetti da qui a settembre tra i partiti della maggioranza. Anzi, ne sono certo.

E’ agosto e come nella migliore tradizione dobbiamo far fronte a incendi, incidenti stradali, trasmissioni demenziali o riciclate e – why not – crisine di governo passeggere quanto le nubi prima di un tornado. I segni rimarranno, comunque vada.

PS: la ricostruzione è volutamente riduttiva, grossolana, tagliata con l’accetta; l’unica volontà era di ricostruire una sensazione che non passa per l’analisi approfondita e documentata ma per gli occhi di un comune elettore (anche se ogni volta che mi interpreto come comune mi riscopro vieppiù minoranza)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...