Il Blog di Lebowsky

"Tiente largo, ma datte 'n limite" (cit. M. Paolini)

Porto d'armi

Lascia un commento

Questa mattina giro placido con la mia Vespa per venire in ufficio. Sento alle calcagna un isterico “giovanotto” su uno scooter che al semaforo continua a sgasare, non si capisce bene perché, e a dare segni d’impazienza. Pirla, è rosso, dove cazzo vuoi andare?

Non contento, appena fa verde scatta come fosse a Monza (qui ci starebbe bene la citazione di Califano: “pare de stà a Monza, la gente fa a gara a chi è più str…”).

Nello stesso momento, in piena traiettoria, un signore anziano e sicuramente poco “a posto”, sembra rinunciare all’attraversamento che si fa pericoloso, e indeciso resta a metà della strada, annunciando un rientro sul marciapiedi. Dove rischia però di non giungere mai: il pirla non ha alcuna intenzione di rallentare e lo liscia di nulla, pochi centimetri in cui si vede la giacca del poveretto maltrattata dallo scooter.

Insomma, ho quasi assistito ad un investimento in piena regola. Scioccante. Scioccante che il pirla in fondo avesse anche da ridire: sì, il signore non era molto lucido ed era in mezzo alla strada, ma tutte le persone normali avrebbero rallentato ed evitato di puntarlo al corpo. Un cretino, insomma. Come molti scooteristi che non si rendono conto di avere sotto al culo un’arma, di vivere in una città fatta anche di pedoni e di non essere, miei cari, dei motociclisti. Se lo foste, sapreste guidare, forse.

Che il pirla si schianti da solo contro un palo, al più presto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...