Il Blog di Lebowsky

"Tiente largo, ma datte 'n limite" (cit. M. Paolini)

Banner IAB Forum 2014

IAB Forum 2014, un lento declino

Lascia un commento

Anche quest’anno sono stato allo IAB Forum a Milano. Alcuni anni li ho passati dietro agli stand, altri li ho vissuti da visitatore. Ciò che vedo è una formula che funziona sempre meno, un declino costante ed inesorabile dell’evento per interesse e presenze qualificate.

Siamo passati dagli anni d’oro dove non bastavano quasi due piani del Mi.Co. (Fiera Milano City) per contenere espositori e stand, all’ultimo nel quale un piano era fin troppo e palesava una presenza per quantità e qualità imbarazzante. Da un paio d’anni almeno sono fuggiti i grandi brand che prima colonizzavano con i loro stand scintillanti la Fiera (Banzai, Rai, Microsoft, Google, Yahoo!, ecc.), importanti ed imponenti ma che non necessariamente facevano bene alle agenzie del settore meno famose. Ora però stanno fuggendo anche le agenzie o i player piccoli ma di qualità. Quest’anno ho notato una forte presenza di stand legati a soluzioni software e tools marketing. Pochissime agenzie di comunicazione o di marketing. Tanti detentori di database marketing o concessionarie di medie-piccole dimensioni. Sono però una fetta piccola assai del settore, una fetta nient’affatto rappresentativa.

Parlando con i colleghi presenti e quelli assenti, è venuto fuori come oramai non siano più bilanciati costi e benefici (costi molto elevati, non recuperabili commercialmente con i pochi prospect veri che si incontrano all’evento). Come la nuova organizzazione non consenta alcuna personalizzazione degli stand, che in una fiera della comunicazione fa anche un po’ sorridere… ed in ogni caso rende il piano espositivo monotono e noioso. Come sia più interessante acquistare lo spazio di uno speech piuttosto che “gettare” via budget importanti per pochi metri quadri.

Così, IAB Forum è diventato un appuntamento autoreferenziale per noi del settore, dove si va per salutarsi tra colleghi e competitor o per ascoltare quale speech interessante. Dei marketing manager aziendali che conosco e che ho sentito dopo la data, nessuno ha deciso di passarci anche solo un’ora quest’anno (complice anche il calendario, così vicino alla fine d’anno e ai budget già pianificati in alcuni casi).

Ritengo sia un peccato. Però, non spenderei oggi un euro come azienda per avere uno stand nella due giorni milanese.

IAB dovrebbe ripensare del tutto l’evento, ma forse anche la propria struttura, oggi più politica che operativa. E’ imbarazzante ricevere pressioni da tante agenzie per l’elezione di uno dei membri del Consiglio Direttivo… Fortunatamente, non mi spettava il voto quest’anno, avendo deciso di non rinnovare la quota associativa. E’ il segno però di un mutamento che non ha giovato e che dovrebbe portare non ad incensarsi sui numeri delle presenze, ma valutare ascoltando i propri associati, se sono soddisfatti o no dell’evento com’è oggi. E con gli associati, ridisegnarlo con coraggio affinché torni ad essere una piazza di confronto interessante per tutti gli attori.

Questo è un mio giudizio personale. Sarei però curioso di avere altri riscontri e pensieri da voi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...