Il Blog di Lebowsky

"Tiente largo, ma datte 'n limite" (cit. M. Paolini)


Lascia un commento

Incendi: una domanda banale

Ieri ho visto un incendio alle porte di Roma. Erano già in corso le operazioni di spegnimento, dunque non è stato necessario telefonare agli “ex-colleghi” (solo 13 mesi nei Vigili del Fuoco e nonostante questo, mi è rimasto molto nel “sangue”) e sono andato dritto per la mia strada. Domandandomi: laddove non esistano motivi economici o ritorsioni di stampo delinquenziale, che motivo ha una persona di appiccare un incendio?

D’accordo, togliamo anche i veri piromani. Ma quanti sono mai costoro? I veri malati intendo… tanti altri saranno emuli, stupidi e vuoti quanto quelli che scagliano pietre sul prossimo. A che pro? In fondo, se riflettessero, fanno male a se stessi, perché distruggono un pò di quel mondo in cui vivono.

Perché debbo sporcare un autobus, se è il mezzo con cui di norma mi sposto?

Ecco, la fiera delle banalità finisce qui. Però sarebbe bello vedere in faccia una di queste persone per chiedergli, semplicemente: “Che cazzo fai?”.