Il Blog di Lebowsky

"Tiente largo, ma datte 'n limite" (cit. M. Paolini)

Da ora in poi tutti pazzi per il curling

Lascia un commento

Trovo delizioso l’articolo di Marcenaro sul Foglio di sabato scorso:

Partita ieri l’Olimpiade, appello di Ciampi, Chiamparino non cede, salvi i tedofori, no global sovversivi, saremo drastici, non turbare la tregua, Ghedina incazzato. E fin qui ci siamo. Da ora, tutti pazzi per il curling. Che prendi una pietra, ci pianti un manico, fai finta che siano le bocce, uno tira, i due davanti scopano, tu ti chiedi se è vero, il tutto sul ghiaccio. E fin qui ci risiamo. O se no per il biathlon. Che vai fin lassù, ti ficchi gli sci, agguanti un fucile, poi corri, poi spari, poi spari, poi corri, poi spari, poi corri, poi smetti, il tutto tra le vette. E lo spettacolo ti eccita. Oppure tutti pazzi per il trampolino. Che torni fin lassù, ti rificchi gli sci, sali ancora di più e ti imbelini a valle da cento metri d’altezza: “Perché Torino è sempre stata un po’ così, come diceva Bobbio, esageruma nen”, così ha voluto commentare Luca Cordero di Montezemolo. L’indimenticabile organizzatore di “Italia ’90” è un po’ il papà anche di queste Olimpiadi. Egli ha parlato di Torino come di una città piena di fascino e popolata da gente “compassata, che non vuole disturbare”. Da cui si ricava la notizia che lui deve essere calabrese.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...