Il Blog di Lebowsky

"Tiente largo, ma datte 'n limite" (cit. M. Paolini)

MilleMiglia, un programma con pochi vantaggi

1 Commento

Avevo seguito con interesse le vicende Alitalia in passato come oggi, con l’acquisizione da parte di Etihad Airways. Ho sempre viaggiato abbastanza in aereo, in passato soprattutto, accumulando miglia e poi spendendole per qualche viaggio. Un giorno, quando non si sapeva se Alitalia sarebbe sopravvissuta o meno, decisi di accumularle su Flying Blue di Air France o di accumulare punti sul Membership Rewards di American Express.

Ora vi spiego perché secondo me non ha senso trasferire punti da American Express Membership Rewards al Club MilleMiglia di Alitalia.

American Express offre un servizio di agenzia viaggi su cui acquistare biglietti o soggiorni anche “spendendo” i propri punti. La scelta della compagnia è libera e i posti disponibili sono tutti quelli liberi sul volo scelto, senza limitazioni (limiti piuttosto bassi se invece si acquista un biglietto premio tramite Club MilleMiglia).

Nonostante questo, vedendo le tariffe risultanti, penso di trasferire i miei punti dal programma Membership Rewards al Club MilleMiglia. Ero convinto di poter volare con la compagnia di bandiera a un prezzo inferiore, cosa che però non puoi verificare fino a quando non hai sul conto le miglia utili a simulare l’acquisto del biglietto premio.

Mi sono così ritrovato con più di 100.000 miglia disponibili, un bel gruzzolo. Quanto basta per prenotare un volo Roma-New York a/r per 2 persone. Qual’è stata la sorpresa? Che tasse e supplementi sono comunque a carico dell’acquirente, come ricordavo, ma in una quantità imprevista: ben 591€ sul volo in questione (per 2 persone, andata e ritorno)!

Ora, se non utilizzassi le miglia e cercassi sempre su Alitalia un biglietto normale, pagherei a ottobre 490€ circa a persona. A questo punto, utilizzare le miglia per acquistare un biglietto premio tramite Club MilleMiglia non conviene. 100.000 miglia valgono a conti fatti meno di 400€. Molti di più debbono comunque essere pagati.

Avrei speso la stessa cifra o poco meno acquistando il volo con l’agenzia American Express, potendo però scegliere più liberamente la data e – magari – una compagnia migliore.

Allora, che senso ha accumulare miglia? Personalmente, tornerò ad affidarmi solo ed esclusivamente al Membership Rewards, dove almeno i punti hanno un valore.

Annunci

One thought on “MilleMiglia, un programma con pochi vantaggi

  1. Concordo in tutto. Ho poi scoperto che quando prenoti un volo con le miglia ti addebitano le spese areoportuali (quelle ci sono sempre, d’accordo) e sono identiche a quelle per lo stesso volo a pagamento. In più ti addebitano 40 euro di “supplemento” che mi dicono sia di carburante. La cosa sconcertante è che se prenoti lo stesso identico volo (per classe, orario, data e destinazione) a pagamento, il supplemento carburante è 20 euro!
    Ma ci prendono in giro? Il carburante per andare da Milano a Roma è sempre lo stesso anche se è un biglietto Millemiglia! O forse è un modo truffaldino per rifarsi del fatto che il biglietto è con le Miglia…
    Comunque ho provato a tornare al Membership Rewards di Amex e purtroppo ho scoperto che non si può. Il trasferimento è a senso unico, cioè puoi trasferire i puntida Membership Rewards a Millemiglia, ma non è possibile fare il contrario.
    Per cui le 80.000 miglia che ho o le spendo con Alitalia o sono perse.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...