Il Blog di Lebowsky

"Tiente largo, ma datte 'n limite" (cit. M. Paolini)

I pericoli delle emozioni

1 Commento

Siamo il Paese delle indignazioni, degli allarmi e delle decisioni prese sull’onda delle emozioni. In pratica cerchiamo di tappare falle quando queste sono già aperte e mai, mai, provvediamo affinché queste non abbiano a formarsi. Il problema è che legiferare sulla scia di un’emozione forte, di uno scuotimento profondo legato ad un fatto di sangue, difficilmente porta consiglio (e buone leggi). D’altronde, cosa attendersi da chi si lancia accuse a cadavere ancora caldo, accuse del tutto strumentali, da una parte e dall’altra? Sarebbe bella invece un’Italia capace di governare, prevedere, mettere le basi per il futuro, sempre un passo avanti agli accadimenti contingenti, come a percepirne intimamente i cambiamenti…

PS: che poi, allo svanire dell’indignazione o dell’emozione, di solito svanisce anche il problema come per magia: vedi indulto o eutanasia (non fosse per qualche volenteroso).

Annunci

One thought on “I pericoli delle emozioni

  1. Gli episodi di violenza in cui sono coinvolti romeni sono molti. Si sono moltiplicati con l’ingresso della Romania nella UE che ha fatto crescere il numero dei romeni in Italia.
    La Repubblica ha pubblicato una lista di atti criminali rilevanti successi nel nostro Paese da quando i romeni sono europei… La lista è scandalosa!!!
    Perchè solo adesso si è deciso di agire e ci siamo accorti del problema?
    Una risposta può essere quella dell’agenda dei media che hanno preso questo caso di cronaca e lo hanno amplificato e sottolineato più volte. Forse dipende dal fatto che l’episodio è successo a Roma non in periferia, ma in un quartiere relativamente vicino al tranquillo centro, forse perchè la vittima è moglie di un militare, forse perchè il sindaco di Roma è diventato il leader di un partito, forse perchè a Roma si respira aria di elezioni… Chi può dirlo…
    Di certo solo ora i media hanno dato così tanto risalto a un evento del genere tanto da costringere i politici a intervenire e l’opinione pubblica a indignarsi!!!

    salpetti.wordpress.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...